sabato 28 aprile 2018

#CritiCINEMA - Una Giacca - Il primo cortometraggio realizzato dagli studenti di Armani/Laboratorio

Armani Laboratorio - The FIlming - Courtesy of Giorgio Armani

“Una Giacca”

Il primo cortometraggio realizzato dagli studenti di Armani/Laboratorio, prodotto da Armani/Silos


La giacca, l’indumento simbolo di una trasformazione profonda all’interno del costume sociale, il capo che per eccellenza contraddistingue la poetica sartoriale di Giorgio Armani, è protagonista del primo cortometraggio realizzato dagli studenti di Armani/Laboratorio.

Il progetto è il risultato del workshop di formazione cinematografica dedicato ai giovani studenti di cinema, promosso in forma di borsa di studio da Armani/Silos, attraverso la pubblicazione di un bando di concorso lo scorso Agosto 2017, successivamente conclusosi, dopo un’intensa attività didattica divisa in otto capitoli tematici e prove pratiche, nel Dicembre dello stesso anno.
Armani/Laboratorio ha ricevuto grandi consensi nel mondo del cinema, all’interno del quale lo stilista italiano gode di grande popolarità e stima, essendo nota la sua passione per la “settima arte”, così come la sua attività filantropica, che lo ha portato nel corso degli anni ad intessere rapporti di profonda amicizia ed attiva collaborazione con professionisti del settore, che hanno preso parte al progetto condividendone l’entusiasmo e lo scopo ultimo di supporto concreto alle nuove generazioni, così come all’industria cinematografica stessa. 

Armani Laboratorio - The Students - photocredit Tommaso Gesuato
Dieci i nomi di spicco del cinema italiano, premiati con il David di Donatello o con riconoscimenti internazionali, come il premio Oscar o il BAFTA, che hanno partecipato in qualità di mentori: Francesca Marciano, Michele Placido, Luca Bigazzi, Patrizio Marone, Gabriella Pescucci e Alessandro Lai, Paki Meduri, Maurizio Silvi e Aldo Signoretti. 
Per tutta la durata del progetto ciascuno degli otto studenti è stato affiancato da un professionista nelle rispettive aree di competenza, dietro la cui guida è stato creato il cortometraggio, frutto dell’attività corale e sintesi dello stile Armani, che negli anni ha rivoluzionato l’estetica non solo del costume, ma anche dell’immagine, a partire da pluripremiate pellicole come American Gigolò, Gli Intoccabili, Il Tè nel deserto e molti altri. 

Armani Laboratorio - The Filming - Courtesy of Giorgio Armani
Ampie riprese ed una riflessiva voce narrante, accompagnano l’ingresso in scena di Sara Serraiocco, protagonista di “Una Giacca”. Argute metafore, ed un’interessante sceneggiatura ricca di flash back, sono lo sfondo sul quale un sapiente uso del colore, tesse la trama di un controcanto narrativo e metamorfico, in cui compare anche Lorenzo Richelmy. Tema centrale: la ricerca lavoro; una problematica di struggente attualità, che per qualche istante trova respiro, nonché la giusta risposta a sogni ed aspirazioni di giovani e meno giovani. Il corto, ambientato nella sede Armani di Milano, in undici minuti sintetizza in modo disarmante l’eleganza estetica e minimalista tipica del mondo Armani, realizzando indirettamente il noto sogno di regia di Re Giorgio.
Uno splendido risultato per una stimabile operazione di mecenatismo, che colma la grande mancanza di figure di riferimento nel settore artistico, in grado di individuare e sostenere i nuovi talenti a favore di un benessere culturale collettivo.
Il corto realizzato da Marco Armando Piccinini, Alessandro Padovani, Andrea Cordaro, Midori Hasuike, Artemide Alfieri, Sofia Casciardi, Camilla Spalvierie Silvia Acquapendente, dopo essere stato proiettato all’interno del Teatro Armani il 24 Febbraio, durante la settimana della moda milanese, è ora visibile sul sito di Armani Silos.

Elena Arzani

Presentazione: 24.2.2018, presso Teatro Armani, Via Bergognone, Milano.

Visibile sul sito: www.armanisilos.com