sabato 21 settembre 2019

"Artisti in galera" di Roberto Manfredi: un percorso in epoche diverse all'interno del carcere

Artisti in galera
di Roberto Manfredi
Ed. Skira, 2018

Postfazione di Ezio Guaitamacchi
Illustrazioni di Tom Porta

pp. 208
€ 17,00 (cartaceo)
€ 10,99 (ebook)


La stampa contemporanea si colora spesso dell'ombra oscura che alberga in ogni essere umano, con un pizzico di umorismo cupo. Nel corso degli anni ci siamo abituati a convivere con rotocalchi al limite del grottesco. Roberto Manfredi consegna un libro che è destinato a restare accanto al proprio lettore per lungo tempo, forse custodito nel comodino, in attesa di essere riletto più volte. 
Una lunga serie di brevi racconti ritrae personaggi più o meno noti dello star system, alle prese con il lato più oscuro di un sé, che a tratti è scivolato a latere, lontano dalla percezione contemporanea del pubblico, quasi cancellato, come nel caso di R. Downey Jr dal successo ottenuto con il proprio lavoro. Manfredi non giudica, non applica nessuna forma di critica, si concentra sulla narrazione dei fatti nudi e crudi, talvolta citando le fonti. 
Può accadere durante la lettura, conoscendone la genesi, di demistificare un personaggio assolutamente controverso come Marilyn Manson, così come risulta del tutto impossibile non restare scioccati di fronte allo sconvolgente ritratto di Charlie Sheen o di altri ancora.
“Questo libro è solo un’esplorazione - afferma Manfredi - Non intende assolvere né condannare nessuno. Documenta solo fatti realmente accaduti a tanti artisti che sono divenuti testimoni e protagonisti della cultura di intere generazioni. Non sono biografie di artisti comunemente definiti ‘maledetti’, sono solo persone che hanno scelto di percorrere strade diverse, percorsi estremi e pieni di insidie per sentirsi ‘disperatamente’ più vivi e dare un senso alle loro esistenze, molto spesso bruciate in un lampo”. 
Roberto Manfredi, appassionato biografo, ex produttore discografico, produttore e autore televisivo, documentarista, scrittore, ha condotto centinaia di interviste ad artisti importanti dello star system, raccogliendo dati e testimonianze, che sono state raccolte in questo libro. Lo ricordiamo anche come produttore esecutivo degli home video Mistero buffo di Dario Fo e Storie del signor G di Giorgio Gaber. Ha lavorato inoltre con Paolo Conte, Roberto Benigni, Enzo Jannacci, Gianfranco Manfredi, Nanni Ricordi, Fabrizio De Andrè, Maurizio Crozza, Piero Chiambretti, Serena Dandini, Vittorio Sgarbi e tanti altri.

Artisti in galera è un percorso in epoche diverse all’interno del carcere, dell’esperienza insieme formativa e devastante di svariati artisti, che ha contribuito a forgiare il carattere di alcuni e a sancire la morte di chi, come nel caso di Phil Spector, gravemente malato, non riesce a sopravviverle.


Elena Arzani