giovedì 17 ottobre 2013

#CriticARTe - Caro Calvino: una rivista, una mostra e molto altro


Caro Calvino
Parole e immagini per i novant'anni di uno scrittore

15 - 25 ottobre 2013
Casa delle Letterature (Piazza dell'Orologio 3, Roma)


Dal 15 al 25 ottobre 2013 a Roma è possibile festeggiare quelli che sarebbero stati i 90 anni di uno dei più celebri autori italiani: Italo Calvino. Ieri su CLetteraria Martina Fiore ha dedicato un ricordo allo scrittore scomparso e sul nostro nuovo account Pinterest Laura Ingallinella ha riproposto immagini di autografi, immagini e documenti calviniani. Nel frattempo, a Roma si presentava la rivista «Orlando Esplorazioni» presso la Casa delle Letterature, dove sono state organizzate varie iniziative (a cui, in qualche misura, ho partecipato anch’io con la presentazione di giovani artisti meritevoli, portando poeti italiani e scrivendo un piccolo pezzo per la rivista).

Oggi voglio raccontarvi della mostra presente alla Casa delle Letterature fino al 25 ottobre, che offre materiale calviniano e accosta a inediti, manoscritti e dattiloscritti curiosissimi, anche opere artistiche contemporanee (pittura, fotografia, illustrazione) che sono state ispirate dal ritratto di Calvino (come nel caso del ritratto di Domenico Lapolla, che figura in locandina) o dai suoi libri (come per Matteo Micci). 

Perché ricordare un autore è anche (e soprattutto?) questo: verificare come sopravvive nel ricordo comune e come viene scoperto dalle nuove generazioni. La sua ricezione, oggi, è ben diversa da quella della metà Novecento in cui uscivano i suoi primi lavori, ma – sempre – la sua fantasia è fonte d’ispirazione, per opere visive tra loro diversissime. 


La trilogia dei Nostri Antenati secondo Giacomo Nee
Ecco un paio di esempi.
Passeggiando per la mostra romana, si può osservare cosa diventi la Trilogia degli antenati per Giacomo Nee, promettente artista pavese, che elabora con chiaroscuri e tratti decisi quelli che bozzetti non sono, ma fingono di rimanere: vi è tutta la meta-letteratura calviniana che si traduce in meta-arte, con rimandi stilistici e cromatici che portano da un quadro all’altro della trilogia.


Declinata più verso il fumetto è la coloratissima Avventura di un lettore di Eleonora Antonioni, firma nota ai lettori di «Orlando Esplorazioni» perché collabora con la rivista. 
L'avventura di un lettore per Eleonora Antonioni

Diversa per stile, tecnica e realizzazione è l’opera sulle Città invisibili del grafico digitale Alessandro D’Aquila: come spiega l’artista, su uno skyline iterato e obliquo, che va via via trasmutando cromaticamente da una tonalità all’altra verso l’invisibilità, tutti i nomi delle cinquanta città calviniane si ripropongono in braille.

Le Città invisibili secondo Alessandro D'Aquila
Questi sono solo alcuni delle tante opere in mostra; e molte altre iniziative saranno organizzato nella bella sede della Casa delle Letterature. Si pensi che ieri il numero monografico della rivista è stato festeggiato con un interventi e letture prestigiose. La rivista sarà presente in 5000 copie gratuite nei luoghi che troverete segnati sul sito dell'editore Giulio Perrone.

E altro attende, dal momento che tante librerie a livello nazionale hanno deciso di partecipare al "Calvino Day" con letture, presentazioni, eventi. Insomma, restate aggiornati (controllate la pagina facebook della rivista e fuori dalle vostre librerie preferite). Ci saranno appuntamenti proprio per tutti: dagli amanti di Calvino ai neofiti, fino agli studenti che hanno appena scoperto Il sentiero dei nidi di ragno e ai detrattori. Sì, perché simili eventi sono anche l’occasione per rimeditare i propri giudizi. E qualche volta cambiarli. 

GMGhioni


Si ringraziano Paolo di Paolo e Maria Ida Gaeta per l'ideazione dello splendido progetto. 
Un ringraziamento particolare a Michela Monferrini che, insieme a Lorenzo Foltran, ha organizzato la mostra e ci ha inviato amichevolmente le foto dell'allestimento che potete vedere qui sotto: 
CLetteraria's Caro Calvino album on Photobucket

0 commenti: