mercoledì 9 settembre 2020

Muzzopappa "a pezzi" nel nuovo libro uscito per Fazi




Un uomo a pezzi
di Francesco Muzzopappa
Fazi editore, agosto 2020


pp. 160
€ 15,00 (cartaceo)
€ 7,99 (ebook)


Tanti piccoli racconti di vita quotidiana di un pugliese trapiantato a Milano: torna in libreria Francesco Muzzopappa con Un uomo a pezzi, un libro che racconta frammenti di vita vissuta, descritti con l’ironia pungente che caratterizza l’autore.
Francesco aveva iniziato a leggere questi episodi alla fine delle presentazioni dei suoi libri e ne aveva anche registrati alcuni per Storytel; ora questi sono uniti tutti insieme, come se fossero un romanzo. Il filo conduttore è la vita di tutti i giorni, le piccole abitudini, i ricordi d’infanzia, il tutto condito con garbo ed empatia.
La prosa è diretta, precisa, come una chiacchierata tra amici, e del resto Francesco è un copywriter di successo, sa dosare parole e sorrisi.
Cosa troviamo nel libro? Tanto per cominciare, molti riferimenti agli anni ’80, anni nei quali Francesco è cresciuto; passeremo da Candy alle drogherie di paese, da Creamy a Capitol, il tutto per prendere a riferimento stereotipi che racchiudono le debolezze di ognuno di noi.
Il punto di partenza, in ogni caso, è il passato: la Puglia e soprattutto la salsa, perché “in Puglia la salsa VA fatta in casa” (p. 21).  Tornano i riti, i passaggi, i ruoli di ogni membro della famiglia - bimbi inclusi -, salvo poi serbare questi come ricordi, dal momento in cui Francesco diventa un “trapiantato a Milano”.
E a Milano si snodano molte vicende in cui la borghesia viene sempre presa in giro, a vantaggio di piccoli e strambi personaggi più reali che l’autore incontra: l’idraulico, il vicino di casa strambo, la massaggiatrice e Carmen. Nel libro, infatti, trova spazio anche la fidanzata di Francesco, Carmen, la «Biancaneve», «lei è vistosamente buona… e questa sua generosità quasi francescana ha finito per sviluppare una specie di passaparola tra gli ambulanti». Anche in questo contesto l’autore ironizza sulle manie di Carmen e sui risvolti di vita condivisa con lei.
I racconti si possono leggere senza un ordine preciso, lasciandosi ispirare dai titoli che sono già essi stessi una garanzia di sorrisi: Un massaggio in perizoma, Quella libreria pende, Un taglio alla moda, solo per citarne alcuni.
Un uomo a pezzi è il libro giusto per ricominciare dopo le vacanze, per ridere, per prendersi in giro e per riscoprire una umanità a pezzi, come a pezzi si è scomposto l’autore!

Elena Sassi



Visualizza questo post su Instagram

#UnUomoAPezzi: piccoli frammenti di vita vera che @muzzopappaa ci fa vivere con ironia. Racconti brevi nei quali un taglio del parrucchiere, un vicino di casa strambo, una massaggiatrice capace, la salsa fatta in Puglia diventano occasioni per sorridere e anche riflettere sui piccoli e, apparentemente, insignificanti gesti. E poi c’è anche Biancaneve, ovvero Carmen, la fidanzata che mangia solo cibi super sani, che “non ha mai fatto male ad una mosca” e che aiuta tutti salvo poi non trovare più nel portafoglio i soldi per un suo pranzo. Siete pronti a sfoderare un sorriso con questo romanzo? Secondo @elenasassi1, che ne parlerà presto sul sito, #FrancescoMuzzopappa ha scritto un libro per sorridere in modo intelligente, una piccola consolazione per il rientro dalle vacanze. Se siete interessati, il romanzo è in libreria da oggi! #fazieditore #instalibri #instalike #bookstagramitalia #Criticaletteraria #anteprima #inlibreria #novità
Un post condiviso da CriticaLetteraria.org (@criticaletteraria) in data: