giovedì 10 maggio 2018

American pie in salsa abruzzese: "Milf è bello" di Caterina Falconi

Milf è bello.
Consigli di seduzione per le donne mature e i loro estimatori
di Caterina Falconi
Pizzo Nero, 2018

pp. 151
€ 15,00



Dopo l’approfondimento psicologico di Sotto falsa identità, Caterina Falconi si è specializzata nei divertissement a tema sessuale. Questo libro chiude una trilogia, iniziata con Nonavremmo mai dovuto e proseguita con Cattivacucina e sesso catastrofico, che delle relazioni va ad esplorare il lato comico con una formula evidentemente gradita all’autrice (che a mio avviso ha però dimostrato grande capacità introspettiva nel romanzo citato all’inizio e per questo motivo non dovrebbe abbandonare quel genere letterario): brevissimi racconti incorniciati di volta in volta da uno schema scelto ad hoc.

Milf è bello si propone come un manualetto semiserio che vuole ribadire giocosamente 
il diritto a sedurre, alla passione e a innamorarsi a prescindere dallo stato civile, dall'età, dalle aspettative diffuse e dalle interdizioni pruriginose”.
Pare superfluo qui specificare cosa sia una Milf, mentre rimandiamo alla lettura del libro per scoprire cosa si nasconde dietro termini quali Gilf, Dilf, Cuckold e Cuckquean. 

Dopo un inizio un po' ripetitivo vengono passati in elenco i luoghi comuni sulla sessualità sopra gli “anta”. Ogni racconto, dall’incipit quasi fiabesco del tipo C'era una Milf, è preceduto da un’introduzione e seguito da consigli per lui e per lei. La parte narrativa è dunque ridotta e non sempre particolarmente significativa (si segnala il racconto della Milf sballottata in tre relazioni, due adulterine, che la impegnano in continui cambi d'abito e che fugge scegliendo un liberatorio nudismo), mentre sono le sezioni a commento quelle più efficaci.



Falconi, lo avevamo già notato, usa un lessico ricercato a fini umoristici, trattando con un registro finto-alto temi quali il “bioparco romantico e copulatorio” o gli effetti benefici anti-età per il viso della fellatio. Subito ci viene posto il dubbio se all'origine della provata passione italiana per le Milf si nasconda il rapporto edipico che lega i maschi del Belpaese alle loro mamme. Tra un pompino e una sega, eccoci poi trasportati in un Abruzzo “torpido” o di fronte ad un personaggio “cachittico”, che spinge più alla ricerca di un dizionario su google che a quella di una categoria porno. Interessanti anche le riflessioni sugli scopamici, declinati in diverse varianti a seconda dell’età.

Però la sua “italienne” gli faceva sangue. Quella mediteranèe dalle tette strabordanti che quasi gli mesmerizzavano l’aguzzo pisello francese, risucchiandolo nella soffice pressa di suntuose spagnole.

Milf è bello racconta il sesso dopo una certa età, col suo carico di tensioni e stranezze, mantenendosi sempre su un tono leggero (gli unici passaggi più seri sono le raccomandazioni di precauzione da usare per il sesso virtuale) che parte da un assunto fondamentale:

Nulla di sordido vi è infatti nella sessualità se vissuta in modo libero, rispettoso e consenziente tra PARTNER MAGGIORENNI.

Con quel gusto libertino caratteristico del libro, mi permetto di criticare il limite (maiuscolo) dei 18 anni, stante l'età del consenso su parametri più bassi. Spunti per un nuovo manuale?

Nicola Campostori