domenica 3 aprile 2011

Doris Lessing il diario di Jane Somers

Il diario di Jane Somers
di Doris Lessing
Feltrinelli, Milano 2002

€ 8,50

La scrittrice premio Nobel per la letteratura nel 2007, ha indubbiamente un'efficace capacità di descrivere i sentimenti umani, brava come poche a descrivere l'universo femminile.
Nel romanzo, è veramente affascinante l'incontro tra le due donne protagoniste, rappresentanti di due mondi totalmente diversi ma che alla fine maturano un rapporto personale bellissimo perché dettato da un'amore disisnteressato.
Colpisce il cambiamento personale della protagonista Jane, donna apparentemente fredda e molto intenta alla cura della sua persona, come si lascia alla fine toccare dalla vicenda umana di questa donna anziana Maudie che vive come una "barbona" sporca e trasandata.
L'autrice descrive bene il disagio iniziale, molto fisico, di questa donna che cura il suo corpo con bagni profumati quando è costretta ad aiutare nella cura del corpo di questa anziana che non emanava un buon odore del proprio.
Si tratta, certamente, di un'opera che aiuta a superare tanti pregiudizi verso i poveri e gli anziani e soprattutto ci insegna che il cuore di ogni uomo e donna può cambiare soprattutto nell'incontro con il nostro prossimo.
La nostra società sembra non essere preparata alla vecchiaia, inseguendo spesso il mito di un'eterna giovinezza. L'allungarsi della nostra vita dovrebbe essere visto come una benedizione e gli anziani non dovrebbero essere emarginati.
Quanti figli abbandonano i propri genitori come i parenti di Maudie? Quanti anziani non più appassionati alla vita perché soli si lasciano morire nei ricoveri a lunga degenza?
Ma soprattutto ci aiuta a capire come anche dietro tante persone che vivono per strada che tante volte ci sembrano "invisibili" si nasconde un volto umano con un nome ed una storia.

Lucia Salvati