giovedì 17 marzo 2011

Unificazione: i Libri che parlano dell'Italia e degli Italiani

Cari amici,
in occasione del 150° anno dell'Unità d'Italia vogliamo segnalarvi, senza impegno, alcuni consigli di lettura. Abbiamo scelto testi che hanno rappresentato e ancora rappresentano l'Italia e gli italiani; come vedrete, non ci saranno limiti cronologici, né di genere.

Buon 17 marzo!
La Redazione

-------------------------------

FRANCESCA consiglia...
Lezioni americane di Italo Calvino
(clicca qui per leggere l'invito alla lettura)
Perché: Perché è uno dei rarissimi ma capitali esempi in cui perfino l'esterofilia imperante cede il passo ad un'onesta e sagace panoramica culturale italiana. 
A chi regalarlo: Per tutti coloro che ancora non hanno letto questa raccolta lucidissima di interventi critici, ad opera di uno dei maggiori intellettuali contemporanei.
CLAUDIA consiglia...
Le confessioni di un italiano di Ippolito Nievo
Perchè: perchè è un testo in cui confluiscono molteplici filoni romanzeschi: romanzo storico, di costume, di formazione, di avventura. Consente di seguire passo passo gli eventi e i personaggi di un secolo di storia italiana ed europea. Si focalizza in particolare sul nostro Risorgimento di cui propone una visione ironica, a volte anche amara... ma profondamente umana.
A chi regalarlo: a tutti coloro che amano i grandi affreschi storici, che si riconosceranno nella voce di un trentenne ottuagenario (paradossale finzione letteraria!) che rievoca la sua vicenda privata e pubblica.

ISABELLA consiglia...
L'idea di nazione di Federico Chabod
(clicca qui per leggere la recensione)
Perché:  si possa rispolverare la storia nelle parole e non solo nelle epoche e si  affronti il significato di espressioni abusate e spesso ignorate. Perché si abbia, insomma, Coscienza della patria e Patria con Coscienza.
A chi regalarlo: a chi crede che la semantica  si altera con la storia e vuole disseppellire i concetti  originari , a chi crede che sia “un’epoca dalle passioni tristi” e ama sentirsi ancora popolo e non gente.

FABIO consiglia...
Giuseppe Prezzolini. L'anarchico riformatore di Gennaro Sangiuliano
(clicca qui per leggere la recensione)
Perchè: è un intellettuale italiano che è nato alla fine dell'800 ed è vissuto un secolo. Ha fondato importantissime riviste letterarie e civili, è stato editore e promotore culturale in una Italia unita ma che aveva ancora molto da imaprare e che doveva uscire dalle sue mura. Ha scritto per i più importanti giornali italiani. è stato promotore della cultura italiana negli Usa ed ha rappresentando l'intelligenza italiana alla Columbia, insegnando. Ed ha fatto molto altro. Quindi, niente di meglio di una biografia.
A chi regalarlo: Lo consiglio a chiunque, a quelli che amano l'Italia e vorrebbero andarsene e a quelli che la amano e per questo non se ne andrebbero mai. E certo, per tutti gli altri.

LUXITA consiglia...
Vita dei campi di Giovanni Verga
(clicca qui per leggere l'invito alla lettura)
Perché:  Per riscoprire le nostre radici unitarie ben oltre la ritrita formula del "come eravamo". L'insuperabile eleganza narrativa di Verga fonde ed esalta gli alti valori della letteratura universale rinfocolando, senza retorica, il nostro orgoglio patriottico.
A chi regalarlo: A chiunque voglia crescere in spirito e buon gusto, ami la verità rivelata nell'arte e si fidi del genio letterario.