domenica 8 maggio 2011

L'amante di Jacopo Salviati di Giuseppe Notaro

L'amante di Jacopo Salviati
di Giuseppe Notaro
Società Editrice Fiorentina,  2011

€ 12.00
pp. 228

In questo libro sono raccontate scene della vita quotidiana di personaggi molto diversi tra loro. Giuseppe Notaro descrive quei fatti di cui lui stesso in qualche modo ha fatto parte, nel corso della sua vita e della sua attività professionale. L’autore ritrae personaggi di una certa notorietà come ad esempio: l’episodio del sergente Kircher ricoverato nell’ospedale di Lembecca dove si trova insieme al capitano Hauber, o come l’episodio del nobile svedese Guilbert Varnhem che dà all’amico Gotar una chiave, ovvero la chiave della cintura di castità della amata di Guilbert, Frau Sigrid. Lo scrittore non si sofferma solo a descrivere eventi particolari dei personaggi famosi, ma narra anche vicende di personaggi sconosciuti, anonimi: come la vicenda del fratellino della lattaia, che si nascondeva dietro la tenda per sentire declamare Wolgango Gothe, e che divenne poi un scrittore di grandi romanzi storici e d’avventura. Giuseppe notaro descrive con una penna sottile, ma pungente, ritratti e scene sempre con equilibrio e senza sbavature scrivendo liberamente (per questa volta) di storie viste o vissute.



--------------------
Giuseppe Notaro è nato a Lamezia Terme quando questa era ancora un paese e si chiamava Nicastro. È vissuto alcuni anni a Roma, città nella quale si è laureato, dove si è sposato e sono nati i suoi quattro figli. Si è poi trasferito definitivamente nel Valdarno, cuore della Toscana, dove ha svolto la professione di notaio per oltre trentacinque anni. Ora legge, scrive (ha vinto alcuni premi letterari), ascolta musica, ama ricercare vicende semisconosciute, talune bizzarre e intriganti, di storia patria, facendone oggetto di relazioni e conversazioni. È autore, tra l’altro, di Rataplan, che è la storia della famiglia di uno dei suoi avi.