venerdì 3 luglio 2015

L'amore e le stelle: una guida all'astrologia per cuori infranti


Guida astrologica per cuori infranti
di Silvia Zucca
Editrice Nord, 2015

pp 468
€ 16,40 cartaceo




E, non ti preoccupare, la maggior parte delle persone non crede nell’oroscopo. Però poi lo leggono tutti.

Non ci credo, ma che male c’è nel leggerlo? È giusto per farsi due risate. 
Ecco quello che ci ripetiamo ogni volta che cadiamo nella tentazione di una sbirciatina all’oroscopo. Nessuno ci crede, tutti sappiamo che sono frasi senza fondamento, ma l’occhio ci scappa comunque. Con l’avvento più recente degli oroscopi “radical chic”, ogni nostra barriera e scetticismo mentale si sono fatti ancora più deboli e, anzi, aspettiamo con ansia l’uscita delle dritte sul nostro segno e cerchiamo sempre di trovare quel particolare, quel dettaglio che ci fa capire che, ebbene sì, l’oroscopo sta parlando proprio di noi. Ci ha preso in pieno! Come non riconoscersi nelle cinque righe di oggi?

Alice Bassi vive a Milano e lavora per una piccola emittente televisiva. Ha scavallato da un pezzo la trentina e, tra storie sbagliate e altre non pervenute, si sente ormai in gara per le Zitelliadi. Una mattina come tante, anzi, in una mattina molto sfortunata fatta di pioggia, sciopero dei mezzi pubblici e notizie di ex che figliano e si sposano, fa due incontri molto importanti: il primo è con Teo, eccentrico e vistoso attore di telenovelas appassionato ed espertissimo di astrologia. Il secondo è con il bel Davide Nardi, affascinante consulente assunto come tagliatore di teste per la sua azienda. Grazie all’aiuto di Teo, Alice inizia una formazione accelerata di astrologia applicata alla sua vita sentimentale. Con il suo precedente uomo non ha funzionato? Ma era ovviamente un Gemelli con ascendente in Scorpione e Marte nella XII Casa. Come poteva anche solo sperare che andasse bene per lei, romantica Bilancia? Alice ancora non lo sa, ma in breve tempo trigoni, ascendenti e pianeti nella varie case, la faranno da padroni nella sua vita personale e ispireranno anche quella lavorativa con un programma di grande successo. Eppure, nemmeno l’influsso planetario più nefasto riesce a toglierle dalla testa il carismatico Davide.

L’idea dell’amore scritto nelle stelle è innegabilmente romantica. Ecco perché la formula chick lit e astrologia di questo romanzo made in Italy risulta vincente. Nonostante siano i paesi anglofoni e le ambientazioni parigine/ provenzali a farla da padroni in quest’ambito, con queste pagine Silvia Zucca tiene alto l’onore nazionale e apporta tocchi molto personali al genere.
Alice esce dalle pagine come una milanese puro sangue: sempre impegnata, sempre di fretta, sempre con la battuta sarcastica pronta. Ad un certo punto, persino Davide Nardi, ammette che non è semplice starle dietro. Anche il lettore può correre questo rischio: la sfilza di battute e di motteggi portano quasi ad affrettare il ritmo di lettura per cercare di stare al passo con questa effervescente protagonista che non ha nullo dello stucchevole che a volte incrociamo nelle eroine di genere. Lei non ha ereditato una pasticceria o una vecchia libreria da qualche lontana zia, non deve andare lontano per riprendersi da qualche delusione amorosa. Alice resta ferma al suo posto, fronteggia la sua vita e la combatte da energica milanese qual è. Fa piacere vedere in azione una vera e propria eroina italiana.
La carrellata di uomini che le passano a fianco sono un campionario degli uomini peggiori che si possano incontrare. Dall’Ariete immaturo che la usa per far ingelosire la sua ex, al Sagittario caliente, ma poco… dotato in amore viene quasi da perdere le speranze sul genere maschile. Tutti i segni hanno le loro magagne, tutti hanno i loro punti deboli. Anche gli uomini che sembrano adatti, come il creativo e premuroso Pesci non calzano. Cosa deve fare allora una donna per trovare il vero amore?

- […] Perché è questo che mi dice questo Tema Natale, Tio. Che sono una persona diversa.

- Tu sei sempre tu a prescindere, tesoro…-

Sospiro – Ecco. È questo, Tio. Esattamente questo. Io sono sempre io, a prescindere.- 

L’idea dell’amore scritto nelle stelle è innegabilmente comoda. Com’è rassicurante pensare che se un amore fiorisce oppure si spezza possiamo sempre rifarci sull’influsso dei corpi celesti! Quanto ci sentiamo sollevati dal constatare che, alla fine dei conti, non abbiamo poi troppo responsabilità sulla nostra vita! Alice deve imparare una scomoda verità: le stelle lontane anni luce non hanno alcun influsso sulle nostre decisioni. Questa coraggiosa presa di coscienza è l’unica strada per poter veramente crescere e capire che il vero amore trionfa anche se i trigoni fanno a cazzotti. 

Godetevi questo romanzo quest’estate e, terminato l’ultimo capitolo, resistete alla tentazione di controllare la compatibilità astrale con il vostro lui o la vostra lei: sappiate già che, probabilmente, i vostri segni saranno totalmente in contrasto.  


Giulia Pretta

0 commenti: