domenica 31 luglio 2016

#Rileggiamoconvoi - luglio 2016

Foto di ©DeboraLambruschini


Buongiorno lettori e buona estate! 
State cercando un po' di consigli nuovi da portare in vacanza o da leggere comodamente in ferie? Abbiamo proposte varie, come sempre, che vi richiederanno anche un diverso grado di impegno... Come sempre, se cliccate sui link potete leggere le nostre recensioni e vedere se questi titoli fanno per voi! 

Vi auguriamo un ottimo agosto di letture! 
La Redazione



***


 


Cecilia consiglia: 
Caravaggio. L'artista in Italia, di Raoul Melotto (Odoya)
leggi la recensione 
Perché: perché ci ricorda come l'Italia, tra le tantissime opere d'arte, custodisca anche alcuni dei maggiori capolavori di Michelangelo Merisi, spesso in musei, gallerie o chiese sorprendentemente poco distanti da casa; e perché ci invita ad ammirarli dal vivo, ogni volta che questo ci è possibile.
Per chi: per chi vuole saperne di più o iniziare a conoscere Caravaggio a partire dai suoi dipinti presenti sul territorio nazionale; per chi ha già in mente una vacanza in una delle città dell'artista (Milano, Firenze, Roma, Napoli, Siracusa, Messina) e per chi vuole programmare il prossimo tour artistico a tema caravaggesco grazie a una guida che lo aiuterà soprattutto nell'organizzazione dei percorsi.

Debora consiglia: 
Paura di volare e Donna felicemente sposata cerca uomo felicemente sposato, di Erica Jong (Bompiani) 
qui la recensione e qui l'intervista esclusiva
Perché: dopotutto, è ancora zipless. un classico della letteratura femminista, da leggere e rileggere, con sentimenti mutati forse ma sempre capace di provocare. E il più recente libro della Jong, che sfida l'ultimo tabù, senza paura.
A chi: cerca una provocazione intelligente, ironica, da una delle protagoniste della scena femminista, sempre attuale. Per non smettere di sfidare tabù e falsi perbenismi.
Foto di ©deboralambruschini

Elena consiglia:
La libertà viaggia in treno, di Federico Pace (Laterza)
Perché: per accogliere l'atmosfera estiva con la voglia di viaggiare in modo libero, intenso, con un doppio sguardo rivolto dentro e fuori di noi. Un racconto di viaggio tra le tratte più disparate in Europa che è anche un elogio al viaggio stesso e all'essere in movimento.
A chi: a chi non è immune al fascino del treno, mezzo di locomozione antico e possente, ma anche sinonimo di libertà e incontri. A chi sta per partire e a chi no, per potersi spostare con la fantasia.

Federica consiglia:
Città in fiamme, di Risk Hallberg Garth (Mondadori)
leggi la recensione
Perché: nella Tetide di un testo mastondotico si ha la possibilità di trovare in una storia molte delle risposte che la Storia ha lasciato sospese.
A chi: (come me) aspetta con ansia le ferie estive per realizzare il sogno di riposo, letture, riflessioni scegliendo di dedicarsi alla scoperta del caso editoriale dell'anno con un piglio critico curioso e intenso.

Giulia consiglia:
Florence Gordon, di Brian Morton (Sonzogno)
leggi la recensione
Perché: perché leggendo queste pagine si può immaginare di sostenere una schermaglia verbale con la protagonista: non si può resistere al richiamo di un gustoso cinismo alla Woody Allen. 
A chi: a chi vuole sì, stare sotto l'ombrellone e rilassarsi, ma anche mantenere la mente viva e brillante seguendo il sarcasmo dell'anziana e pungente Florence.

Gloria consiglia: 
Molto forte, incredibilmente vicino, di Jonathan Safran Foer (Guanda) 
Perché: è un modo diverso per leggere il dramma delle Due Torri, come la Storia si riverbera sulla vita di un ragazzino di non ancora nove anni. E di come si rinasce, con curiosità e fantasia, ma anche con la ricerca di risposte... 
A chi: a chi sta aspettando l'uscita del nuovo romanzo di Foer alla fine di agosto, ma anche a chi non lo conosce ancora: una prova complessa e adorabile al tempo stesso.

Stefano consiglia:
Hollywood requiem, di Robert Ward (Aliberti)
Perché: è il libro ideale da leggere in vacanza, scorrevole e leggero ma con una qualità assolutamente di prim'ordine in termini di scrittura e contenuti.
Per chi: per tutti coloro che desiderano immergersi in una lettura che riporta ai serial polizieschi di tanti anni fa, per chi negli anni passati ha apprezzato le storie brevi e dense nello stile del Giallo Mondadori.








0 commenti: