mercoledì 7 ottobre 2015

Sette riti di bellezza giapponese

Foto di Debora Lambruschini
Sette riti di bellezza giapponese. Il metodo per una pelle perfetta e capelli di seta
di Elodie-Joy Jaubert

Sonzogno, 2015

traduzione di Maura Parolini e Matteo Curtoni

pp. 128
€ 13
ebook  7,99




Dedicato a noi donne di oggi, dalle vite frenetiche e caotiche dove spesso il vero lusso sembra essere del tempo per noi stesse. E dedicato a quella parte più “frivola” di noi, che non ci vergogniamo di mostrare, quella punta di sana leggerezza che nulla toglie al nostro essere donne moderne, intelligenti e consapevoli che la vera bellezza – quella che dura nel tempo – non è riflessa in uno specchio.
Concediamoci quel momento di leggerezza con un libricino da pochi giorni uscito per Sonzogno, Sette riti di bellezza giapponese, scritto dalla blogger e illustratrice parigina – e chi meglio di una parigina può insegnarci come mettere d’accordo glamour e cervello – Elodie-Joy Jaubert, con lo scopo di svelare alcuni dei segreti di bellezza delle donne giapponesi. Quelle donne che nell’immaginario collettivo sono simbolo di una bellezza senza età, la pelle diafana e priva di imperfezioni, i capelli corvini lunghi e lucenti. Donne come noi, che nella frenesia del quotidiano, in un mondo sempre più concentrato sull’aspetto esteriore, possono ancora trovare l’equilibrio tra essere e apparire, cercando di mettere d’accordo anima e corpo, cervello ed aspetto. È quell’equilibrio tra intelligenza e frivolezza di cui tutte siamo fatte e di cui non dobbiamo assolutamente sentirci in colpa, mai.

Quindi, possiamo trovare un paio d’ore libere per leggere tutto d’un fiato questo piccolo manuale dalla veste grafica accattivante e andare alla scoperta del layering, letteralmente “sovrapposizione di strati”, il metodo di bellezza con cui le giapponesi si prendono cura di pelle e capelli. Per chi di noi negli anni abbia sviluppato un certo interesse per la skincare, la beauty routine qui presentata è qualcosa con cui abbiamo già una certa familiarità, ma il manuale è ugualmente una lettura piacevole e utile per tutti i suggerimenti che fornisce. Intanto una doverosa premessa: seguire il metodo giapponese per la cura della pelle, adattandolo alle nostre abitudini, non significa certo dover trascorrere ore – che non abbiamo – di fronte allo specchio; una volta presa confidenza con le varie fasi qui efficacemente sintetizzate, la routine di cure quotidiane riuscirà ad incastrarsi perfettamente nei ritmi frenetici delle nostre giornate, diventando un’abitudine e un breve momento in cui prenderci cura di noi stesse.
Foto di Debora Lambruschini
Il lusso più grande oggi, si diceva, pare essere il tempo, quindi sarebbe davvero impensabile proporre un metodo che richieda tempi di applicazione ben al di là delle nostre possibilità. Secondo la stessa filosofia, questa tecnica è adatta ad ogni disponibilità economica, perché non legata alle mode del momento, a marchi costosi o difficili da reperire, ma si basa su principi e prodotti scelti in base alle proprie esigenze facilmente reperibili ad un prezzo equo, quando non direttamente disponibili nelle nostre dispense. Quello che conta in questo rituale infatti è dedicare pochi momenti alla cura di sé, prendere consapevolezza delle esigenze di pelle e capelli e avere la costanza per farlo diventare una piacevole abitudine. A partire dalla sera, sono 7 tappe di démaquillage e cura della pelle da eseguire secondo l’ordine preciso: eliminare il trucco e ogni traccia della giornata con l’olio più adatto, detergere la pelle col sapone, applicare la lozione, poi il siero, il contorno occhi, la crema e infine il balsamo labbra; alla mattina la routine resta invariata, fatta eccezione per la prima tappa dell’olio struccante che non è necessario ripetere. Gesti che in un primo momento possono risultare complicati, ma che nel giro di pochissimo diventeranno una piacevole abitudine.
Molto interessante anche per chi conosceva già il metodo del layering sono, si diceva, tutti i suggerimenti dell’autrice per la ricerca degli ingredienti più adatti alle proprie esigenze, le ricette fai da te e le belle illustrazioni che spiegano il metodo di applicazione più efficace dei prodotti.
Una sezione è poi dedicata alla cura dei capelli, anche in questo caso secondo la tecnica della doppia applicazione che, a partire dal bagno d’olio – scoprirete che l’olio è un elemento molto presente nei rituali di bellezza giapponesi e adattabile ad ogni tipologia di pelle e capelli se scelto in maniera oculata – prosegue con il doppio shampoo, il balsamo, il trattamento splendore e infine la messa in piega, il tutto corredato come sempre da illustrazioni, approfondimenti sui prodotti e ricette casalinghe.
A concludere, un rapido sguardo alle abitudini alimentari nipponiche perché, come è noto, la bellezza è strettamente legata all’alimentazione.

Insomma, è arrivato il momento di prenderci cura di noi stesse, della nostra bellezza – profonda ed esteriore – e ritagliarci ogni giorno un momento solo per noi.

0 commenti: