domenica 19 luglio 2015

#LectorInFabula | 1001 libri da leggere prima di diventare grandi





1001 libri da leggere prima di diventare grandi

a cura di Julia Eccleshare
Atlante, 2010
pp. 960
€ 35,00














“Non esistono forse giorni della nostra infanzia che abbiamo vissuto intensamente quanto quelli che crediamo di aver perduto senza viverli, i giorni trascorsi in compagnia di un libro molto caro” 
(M. Proust)



La gioia di ritrovarci circondati da tutti i libri che abbiamo amato, e da quelli che sappiamo attenderci nel futuro prossimo ad un passo da noi, è un emozione che ogni lettore conosce bene. Quando si è piccoli, leggere è iniziazione a una nuova realtà e ad una delle esperienze più significative dell’intera esistenza. Il grande volume di cui mi accingo a raccontarvi, sarà prezioso soprattutto per chi lo avvicinerà senza timore, non così raro, di essere adulto. Curato da Julia Eccleshare, già firma prestigiosa del Guardian per la letteratura e l’infanzia è consulente editoriale di lovereading4kids, da molti, non a torto, è considerato la “bibbia” per la letteratura per ragazzi.  Strutturato come una guida, 1001 titoli, divisi per 5 diverse fasce di età, provenienti dalle tradizioni letterarie di ogni luogo e tempo, presenta una scheda per ogni libro insieme a copertine delle edizioni originali e illustrazioni a tutta pagina. 
 
Se tutto questo già non bastasse a farne un libro magnifico, lo scoprirete costellato da recensioni d’autore firmate, solo per citare alcuni nomi, da David Almond, Margaret Atwood e Philp Pullman. Scegliamo un’altra strada… dimentichiamo quanto detto finora e cominciamo a viaggiare tra le pagine scoprendo altre “regole” a cui il volume obbedisce, la seguente di C.S. Lewis ad esempio “Sarei tentato di stabilire la regola in base alla quale una storia per bambini che piaccia solo ai bambini non sia un granché: quelle veramente affascinanti durano”. La noia è dunque bandita e in un territorio così vasto probabilmente sarà naturale che ognuno si prodighi a tracciare mappe e liste. Ve ne suggerisco una bellissima,  i 50 libri per bambini preferiti dal genio del cinema d’animazione giapponese Hayao Miyazaki, provate a cercarli e li troverete tutti.

Oppure utilizzeremo il volume come una macchina del tempo. In quale direzione ? Da 0 fino a 12 anni o al contrario ? Ritroveremo la nostra stessa vita incontrando i “grandi classici”, e accanto a loro moltissimi titoli celebri, che abbiamo letto o ci hanno narrato e che ora saremo noi a voler raccontare. Solo poche pagine e saremo immersi in un mare di storia, fiabe, favole e se, come novelli Sinbad, accoglieremo nuove scoperte, la nostra vita di giovanissimi lettori, che sia stata ricca o meno, sarà rinnovata. Sfogliandolo cento volte, solo la successiva ci rivelerà la presenza di piccole gemme come “Il canto del drago” di Anne McCaffrey, che magari non suonerà sconosciuto agli amanti di fantascienza o “La magia del lupo” di Michelle Paver che suonerà familiare agli amanti della letteratura fantasy e proprio accanto ci sarà ad aspettarci “Il topo e suo figlio” di Russell Hoban. Pagina dopo pagina difficilmente resisteremo a quel che balenerà sotto i nostri occhi perché come Alice di Lewis Carroll noi non sappiamo a cosa farcene di un libro senza immagini e sarà così che ci accorgeremo di avere tra le mani uno dei libri illustrati più belli di sempre. 



(si consiglia l'ascolto di Rutter: "A Gaelic Blessing: Meditation")


  

0 commenti: