domenica 22 dicembre 2013

Libri sotto l'albero 2013: terzo e ultimo round!

Carissimi,
a pochi giorni da Natale ecco il nostro ultimo appuntamento con i consigli per i libri da regalare. Come sempre, vedrete una breve spiegazione di "perché" e "a chi" regalarli; e ricordate che il link vi porta direttamente alle nostre recensioni o agli inviti alla lettura, così non comprerete a scatola chiusa! Fateci sapere se i libri sono stati graditi.

Tantissimi auguri e buona lettura da parte di tutta la Redazione


***

Carla regalerà...
"Se ti abbraccio non aver paura" di Fulvio Ervas
(clicca per la recensione)
A chi: A mia madre che ama le biografie e le storie "vere", ma è in cerca di anche di gentilezza e buoni sentimenti.
Perché: Se ti abbraccio non avere paura racconta il problema dell'autismo con realismo ma anche con leggerezza, con il sorriso sulle labbra e con tenerezza. Per capire dalla parte dei genitori l'autismo che in Italia affligge circa 400.000 ragazzi.

Serena regalerà... 
"Ferite a Morte" di Serena Dandini 
(Leggi l'incontro-intervista all'autrice)
Perché: perché è un libro che tratta il dolore del femminicidio in modo intelligente, combinando la poesia alla forza dei dati.
A chi: agli uomini. Un dono per imparare ad ascoltare la parola femminile, un passo verso la piena consapevolezza sociale delle differenze di genere.

Lorena regalerà... 
"Cuore Cavo" di Viola Di Grado 
(Leggi la recensione)
Perché: di una scrittrice di grande talento, che tocca temi che solitamente non ritroviamo in un romanzo, una bellissima voce nuova del panorama letterario italiano.
A chi: a chi per Natale preferisce una lettura non melensa, a chi non disdegna leggere per riflettere sulla morte.

Debora regalerà... 
"La regola del silenzio" di Neil Gordon
(trovi qui la recensione)
A chi: all'amico/a che cerca un thriller coinvolgente, non banale, ambientato nel passato recente ma a tratti ancora oscuro del terrorismo americano anni '70. A quelli che si interrogano sul labile confine tra bene e male e su quanto sia giusto sacrificare in nome di un ideale. E alla mamma innamorata di Robert Redford che ha portato sugli schermi questa storia.
Perché: fiction e realtà si intrecciano splendidamente in questa storia, riportando all'attenzione del lettore una delle pagine più oscure della storia recente degli Stati Uniti, un pezzo di storia con la quale non hanno ancora fatto pace del tutto.

Francesca regalerà... 
"Sofia si veste sempre di nero" di Paolo Cognetti 
(leggi la recensione)
Perchè: Perchè questo libro bellissimo mi è stato regalato e regalandolo a mia volta spero che qualcun altro possa, come me, rimanerne incantato.
A chi: ai fidanzati, mariti, amici, parenti, colleghi che si lamentano del fatto che capire il gentil sesso è impossibile, per sfatare questo luogo comune.

Mariangela regalerà...
"La città di pan di zenzero" di Jennifer Steil
(leggi la recensione)
Perché: oltre a raccontare l'esperienza formativa e professionale di una giornalista, attraverso un affascinante viaggio tra New York e lo Yemen, il romanzo narra le vicende sentimentali, affettive e umane di una donna.
A chi: a coloro che amano le storie che prendono spunto dalla realtà più vera, tra atmosfere terribilmente romantiche e paesaggi affascinanti.

0 commenti: