martedì 4 giugno 2013

Hotel "Drug" California

I re del mondo
di Don Winslow

Einaudi, 2012



Le belve è stato il romanzo di Don Winslow da cui Oliver Stone lo scorso anno ha tratto il film omonimo. Ma prima di diventare belve, il giovane trio formato dall’atletico Chon, Ben il sano e la stravagante O, cosa erano? Se lo è chiesto lo stesso Winslow che fa dunque un passo indietro e firma un prequel che comincia ben prima della nascita di Chon (John), Ben (Leonard), O (Ophelia): amici che si amano, fanno sesso e famiglia, e fumano insieme marijuana. Chon è magro, rasato, silenzioso, violento, è un eroe delle Forze Speciali in Afghanistan, sulla spiaggia legge libri, gioca a pallavolo, scopa mogli. Ben è ebreo, castano, loquace, pacifista, radical, con i soldi del traffico di droga vuole aiutare il terzo mondo. O ha 19 anni, bella, minuta, deliziosa, capelli biondi e occhi azzurri, cresciuta dalla madre e da maschi di passaggio, sembra felice. Mentre Chon viene ferito in missione e congedato con onore, Ben gestisce il tentativo di appropriarsi del silenzioso e lucroso traffico di stupefacenti facendosi forte dell’esclusiva produzione della marijuana idroponica, la migliore del mondo. In questo modo, Ben finisce sotto la minaccia di un tizio dalla maglietta con su scritto Old Guys Rule, membro di un’organizzazione che è contro il libero mercato di droga, o meglio contro il libero mercato di droga di Ben e Chon. Nel frattempo O si mette alla ricerca del padre genetico. E qui scattano i flashback e andiamo al 1967-1971, al 1976, al 1981, al 1991. Per scoprire che in qualche vario modo i genitori dei tre ragazzi si erano già frequentati, nel crimine e nei letti, fra hippy e surfisti.

Ecco allora il sole che riscalda la costa dorata della California anni Sessanta, le sue albe drogate, la controcultura, dove il surf volava sulle onde della rivoluzione (politica, sessuale, sociale) e la marijuana spingeva speranze. Da quella California, emergono il surfista John e l’hippy dai lunghi capelli biondi: Doc. I due mondi s’incontrano allorché Doc offre a John un tacos, così come fa con gli altri senzatetto e drogati. Nasce una bella amicizia, che nel corso del tempo diventa redditizia, naturalmente basata sul commercio della droga. Altri personaggi chiave di questo mini-mondo: Taylor, Stan e Diane, Kira. Dalle coppie che si formeranno nascono Chon, Ben e O. Attenzione però, l’idillio non è eterno. Peace and love sono destinati a morire tra ricatti, accumuli di denaro, stupefacenti vecchi e nuovi, finti suicidi inscenati e, immancabili per Winslow, narcos messicani. Di sicuro la controcultura non pretendeva di arrivare a tanto ma in qualche modo i suoi germi si sono combinati fino a produrre virus contagiosi. Stanno arrivando i carichi pesanti. Quelli che Winslow carica negli obici e fa esplodere con Le belve e soprattutto Il potere del cane.


0 commenti: